Le lampade SLAMP diventeranno arnie per le Api

Slamp sigla un accordo di filiera per la tutela della biodiversità

In un momento storico in cui le questioni legate alla salvaguardia dell’ambiente sono molto più di un argomento di conversazione, in cui è imprescindibile – per le aziende etiche – mettere in atto un paradigma della sostenibilità capace di coinvolgere il sistema impresa a tutti i livelli, Slamp inaugura la decade 2020 avviando un nuovo progetto di grande rilevanza per il benessere del pianeta: un accordo di filiera che trasforma gli sfridi di lavorazione delle proprie lampade in arnie per le api.

Slamp è un’azienda sostenibile da oltre 25 anni, per le qualità intrinseche dei materiali che impiega.

I tecnopolimeri, resistenti e durevoli, sono dotati di ottime proprietà termiche, elettriche e chimiche, e – soprattutto – sono riciclabili.

Uno studio condotto dalla Trucost per l’American Chemistry Council ha evidenziato inoltre che i tecnopolimeri aiutano a ridurre i costi ambientali di 4 volte rispetto alle alternative (per costo ambientale si intende il costo in termini economici relativo alla somma di diverse problematiche quali il cambiamento climatico, il danno agli oceani e danni alla salute dell’uomo e
dell’ecosistema).

Veli Foliage Collection

Inoltre tutto il processo di creazione del prodotto di Slamp ha un impatto ambientale pari a zero in quanto le lastre di materiale vengono tagliate a freddo e allestite a mano. I pochi sfridi generati durante la produzione vengono mensilmente riciclati e, dal 2020, una parte di essi viene utilizzata dall’azienda DS-Group per la produzione di componenti di arnie per i Bombi.

Questa particolare tipologia di imenotteri appartenente alla famiglia Apidae, è molto utilizzata in agricoltura per l’impollinazione – in alternativa a prodotti chimici – di piante da frutto e ortaggi, in particolar modo il pomodoro, del quale garantisce una produzione salubre e succosa.

L’attenzione e la cura dell’ambiente sono fattori che in maniera prioritaria hanno influito anche sulla definizione dell’architettura della sede di Slamp appena inaugurata (8 settembre 2019). Parte dell’energia assorbita dall’impianto produttivo arriva da fonti rinnovabili, l’Hub produttivo è stato realizzato utilizzando materiali altamente isolanti per ridurre il dispendio di energie e gli ampi lucernari sulle linee di allestimento riducono il consumo di luce artificiale.

L’idea che la produzione di Slamp possa, grazie a questo progetto, essere funzionale alla salvaguardia di una specie essenziale per il mantenimento della biodiversità e conservazione della natura.