L’arredo ufficio al Salone del Mobile.Milano – 1

Puntata 1 (di 3)

Si è conclusa l’edizione estiva del Salone del Mobile.
In questo articolo ripercorriamo alcuni degli stand che hanno fatto parte di Workplace3.0, la manifestazione del Salone del Mobile, dedicata all’arredo degli ambienti lavorativi.

 


Arper – The project of living

Lo stand di Arper alla 60esima edizione del Salone del Mobile.Milano è uno spazio delicato come una nuvola, in equilibro tra trasparenza e colore. All’interno vengono presentati i nuovi prodotti sviluppati attorno al concetto The Project of Living: trascendendo le tradizionali categorie casa/contract e completando le collezioni esistenti, si adattano a qualsiasi ambiente o attività in modo flessibile, modulare e sostenibile.

Attraverso forme armoniose, colori dinamici e sistemi versatili, le nuove collezioni esplorano idee e prospettive flessibili e sostenibili, ripensando continuamente gli spazi fisici e le nostre relazioni intorno a questi.

Come il divano Shaal  che porta la tattilità e il calore di casa in ogni spazio, dal residenziale al contract o la seduta Juno 02 reinventata attraverso un materiale sostenibile e una nuova palette colori.

CaimiAcoustic all around you

Il Salone di Caimi è Acoustic all around you. Numerosissime le novità presentate, prodotti acustici, ma non solo, tutti studiati pensando al benessere della persona: divani e pannelli fonoassorbenti pensati per ridurre lo stress acustico, pannelli e arredi in grado di ridurre l’inquinamento elettromagnetico attorno al nostro corpo e lampade in grado di purificare l’aria recuperando l’energia dispersa in calore dai lampade LED, in una nuova ottica di recupero energetico.

I divani acustici come Snowking e Napwork, protagonisti modulari con una forte presenza scenica. I pannelli acustici grafici TriBu e Climbing, elementi fonoassorbenti componibili dall’alta carica creativa.

CUF Milano – Jungle Office

Lo spazio di CUF Milano è stato trasformato in una jungle office: le nuove collezioni sono incastonate in una giungla luminosa, colorata e intricata di piante e animali. Uno scenario volutamente vivace e gremito in cui risaltano gli arredi dalle linee essenziali e dai volumi armoniosi che creano ambienti confortevoli e rilassati.

Un richiamo ad atmosfere e luoghi inviolabili, per rimarcare la ricerca dell’azienda verso materiali innovativi, biocompatibili e circolari. Fra i pezzi ormai “classici” del brand lombardo, come il locker multitasking Cartesio o la seduta Iris perfetta al lavoro come a casa, trovano spazio le novità 2022 rappresentate dal sistema di imbottiti modulari Diva e Fusion Outdoor, la nuova linea per esterni di Fusion, sistema d’arredo per ufficio dal successo internazionale grazie alla sua versatilità capace di creare convivialità e buonumore. Inoltre, è stato ripresentato in una nuova chiave Fusion green, il bench Fusion realizzato con materiali naturali, bioplastiche e materiali derivanti da economie circolari.

Dieffebi – Guardare al futuro attraverso la tradizione

Unendo la funzionalità dell’arredo al dinamismo sociale e culturale, le proposte di Dieffebi in occasione del Salone del Mobile 2022 non sono solo un punto di arrivo dopo gli anni di crisi pandemica, ma un punto di partenza verso un nuovo modo di intendere l’ufficio, la casa e la collettività.

Nell’area operativa erano presenti i nuovi separatori su ruote Tidy Wings, design di Gianmarco Blini, insieme al tavolo da condivisione T­ share Table e alla panca Benci, entrambi dal design di 967Arch, e alla cassettiera Universal Quick, design di Takiro Yuta. L’area dedicata all’accoglienza era arredata con gli armadi contenitori Echo Lockers, design di 967Arch, che integrano soluzioni tecnologiche ad un’estetica ricercata ed elegante, insieme al nuovo Tavolo Living abbinato allo stool Zoey, entrambi dal design di Elisa Ossina, e al divisorio Dolomites, design di Dorigo Design, colorato, versatile e realizzato in tessuto fonoassorbente.

Tra le novità più recenti, che Dieffebi introduce al Salone 2022 per la prima volta, figurano le sedute Cuvée, design di Dorigo Design, realizzate per favorire la condivisione e il relax, e le nuove poltrone e divani firmati Elisa Ossina, realizzati con tessuti Fischbacher, dalla texture morbida ed elegante e provenienti dal riciclato.

Fantoni all’insegna della sostenibilità

Il principio dello sviluppo sostenibile è l’imperativo che guida le scelte e le attività del Gruppo Fantoni. La scelta di utilizzare materiali riciclabili e sostenibili rispetta la vocazione aziendale che per la natura stessa della propria produzione da molti anni persegue il modello di azienda sostenibile facendo dell’autoproduzione di energia, dell’integrazione verticale dei processi produttivi, dell’economia circolare e dell’uso a cascata del legno il proprio paradigma.

I prodotti presentati alla Design Week, come tutti i prodotti aziendali, sono risultato di un approccio integrato dell’azienda, è frutto di investimenti tecnologici e di processo, ma è prima di tutto figlio di una consapevolezza aziendale e delle scelte della sua leadership in termini di efficientamento e miglioramento continuo delle performance.

La nuova superficie Onegloss è la nuova frontiera delle superfici ideata da Fantoni per valorizzare la tecnicità del settore arredo. Anti-impronta, estremamente opaca e morbida al tatto: sono queste le caratteristiche fondamentali che definiscono la nuova superficie dal forte contenuto tecnologico targata Fantoni. Sistema28, soluzione ideale per progettare, arredare e vivere in modo nuovo l’ambiente ufficio. Framework 2.0 rappresenta l’evoluzione di un programma d’arredo ufficio ad alto contenuto di flessibilità ed ecosostenibilità. Atelier è una soluzione d’arredo altamente flessibile che nasce in risposta a un contesto in costante mutamento del workplace.

Appuntamento alla settimana prossima per la seconda visita a Workplace3.0!

Vedi tutte le foto di Workplace3.0

Potrebbe interessarti: