Successo di visitatori alla sesta edizione del Light+Building 2010

Più di 180.000 visitatori hanno fatto presenza al Light+Building 2010, la manifestazione biennale internazionale del settore illuminazione, elettrotecnica e domotica.
Un discreto successo soprattutto se si pensa che il numero dei visitatori ad ogni edizione è sempre in aumento: nel  2008 si era registrata la presenza di 165.000 visitatori, che era già un numero record, e vi era stato un incremento del 20% rispetto all’edizione del 2006.

L’interesse per questa manifestazione è sempre maggiore soprattutto perchè a questa fiera i visitatori trovano una gamma d’offerta  molto variegata, non solo sistemi di illuminazione in tutte le varianti possibili, ma il settore dell’illuminotecnica al completo: lampade di design di diversi stili, dal classico al moderno, così come componenti illuminotecnici ed accessori. Il 96% dei visitatori si dichiara infatti molto soddisfatto dell’offerta.
Si conferma inoltre il carattere di internazionalità della manifestazione, oltre il 43% dei visitatori proviene dall’estero.
Per quanto riguarda invece la tipologia dei visitatori, le categorie maggiormente rappresentate sono state quelle degli artigiani, che hanno rappresentato il 40% delle visite, seguiti da utenti appartenenti al mondo dell’industria, architetti, progettisti d’illuminazione ed ingegneri.

Il numero degli espositori nel complesso è aumentato leggermente, passando dagli attuali 2.177  ai  2.100 dell’edizione precedente. Nonostante il numero sia stato in leggera crescita, per quanto riguarda le aziende italiane dobbiamo registrare un’assenza di circa 30 espositori.

Tra gli eventi collaterali alla manifestazione si è svolta la premiazione dei finalisti alla seconda edizione del Concorso di Idee AIDI, istituito nel 2008 in collaborazione con le società Cariboni Lite & FivepLite, del Gruppo Cariboni.
Iniziativa di importante rilievo culturale e didattico, rivolta agli studenti del mondo universitario che sono un patrimonio prezioso per tutto il settore dell’illuminotecnica italiana, ma anche segno di collaborazione dell’Associazione con una grande società internazionale quale Cariboni Group il cui nome figura tra i primi soci storici di AIDI.
I vincitori, premiati con 3.000 euro, sono stati Francesco Guastella e Saara Sofia Ingeborg Jaatinen, con il prodotto “Twist” che ha risposto in modo esaustivo al progetto di un sistema di illuminazione funzionale per differenti ambiti urbani.

www.light-building.com

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>