Pareti e superfici di architettura a Made Expo

Made Expo al suo debutto presso il quartiere fieristico di Milano Rho ha esplorato le architetture attraverso le superfici con la mostra ‘Skin’, curata dallo Studio Original Designers 6R5 Network: un percorso tra le culture del mondo, vissute attraverso i materiali e le soluzioni tecnologiche per le superfici, in tensione tra omologazione e diversità locale.

L’avvicinamento culturale e la forza delle tradizioni sono stati i temi della mostra Skin: pelle come superficie architettonica interpretata attraverso le diverse culture del mondo, come la straordinaria varietà di stili nati dalla declinazione locale di materiali altamente performanti dal design esclusivo. Grazie al contributo di 70 aziende, Skin ha dato rilievo ai materiali per l’edilizia e l’architettura più innovativi di ultima generazione, mettendone in risalto i pregi delle lavorazioni e dei dettagli tecnologici e dando la possibilità al visitatore di ammirare le declinazioni possibili.


Novità della produzione:

Akustiksystem
La parete monolitica in cristallo Twice Deca amplia la gamma con la versione inclinata, costituita da una struttura in lega di alluminio e in grado di connettersi, grazie ad un particolare profilo, ai modelli Twice. Nelle cave della struttura, dove possono essere montate fino a tre lastre, trovano posto anche i diversi cavi elettrici, telefonici e trasmissione dati.
Citterio
Continuità di trasparenza per la parete Vision, che risponde alle richieste più esigenti degli architetti che, in ambito internazionale, progettano uffici innovativi. Lo spessore è ridotto a 65 mm; le porte, cieche o in vetro, sono complanari per definire una superficie continua.
Oddicini
Con poche e semplici manovre è possibile con Maxparete Hsp trasformare un unico grande spazio in diversi ambienti. L’isolamento acustico della parete permette di svolgere contemporaneamente attività diverse nei vari ambienti. I pannelli indipendenti che scorrono, mediante carrelli, in una guida fissata al solo soffitto.
Upper
Le linee minimaliste ma decise e la modularità, che permette un’ampia personalizzazione nelle forme e nei materiali, rendono Materix un tavolo decisamente unico. I piani in legno: wengè, teak, bambù; hpl nero, e vetro: bianco, nero, citronella, avio, consento nelle diverse cromie e finiture diverse configurazioni dello spazio ufficio.


Made Expo: photogallery esclusiva della Redazione di OfficeBit


Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>