Il pubblico premia il meglio di Eimu.2006

Al pubblico di Eimu è stato chiesto di esprimere il proprio parere sull’ufficio ideale messo in mostra dalle trentadue aziende partecipanti al concorso indetto dalla biennale dedicata ai mobili per ufficio nel nuovo polo fieristico di Rho.

Riportare l’attenzione sull’uomo e sull’ambiente in cui lavora è stato l’obiettivo principale della manifestazione, che ha dedicato al benessere in ufficio non solo il suo collaudato macrotema trasversale “Wellness@Work” ma anche il concorso indetto tra le aziende presenti. È stata così messa in mostra tutta una serie di soluzioni tecnologiche e di prodotti inediti: da postazioni di lavoro condivise a pareti divisorie fonoassorbenti o riscaldanti/raffreddanti a sedute ergonomiche.

La giuria ‘popolare’ ha espresso la sua preferenza per il prodotto Luna di Uffix firmato da Pininfarina, una collezione che si sviluppa con scrivanie direzionale e accessori, tavoli riunione e armadi ad alto contenuto multimediale con ante complanari e scorrevoli che si caratterizza per il dinamismo di forme e funzioni.

Ricordiamo che la giuria ‘tecnica’ ha premiato: Methis Divisione Arredamento Ufficio di Coopsette per la parete Evo Executive in ceramica laminata progettata dal Centro Studi Methis (categoria Novità); Della Valentina Office per la linea operativa Entity di Antonio Morello (categoria Integrazione nuove tecnologie/funzione); Ares Line per il sistema modulare di sedute per auditorium Première su disegno di Pininfarina (Ambientazioni di lavoro), mentre a Tecno è andato il riconoscimento speciale per il sistema direzionale Pensieri asimmetrici di Piero Lissoni.


Speciale Eimu.2006 Review


Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>