2007: crescita del fatturato europeo per il mobile da ufficio

Sono incoraggianti i dati legati al settore dei mobili da ufficio: per quanto riguarda la Germania, cresce del 15,4% il fatturato del settore dei mobili da ufficio in legno e acciaio – relativo al 2007 – dei soci della Bso (associazione  tedesca degli operatori nel campo dei mobili per l’ufficio e il terziario): tendenza che si conferma positiva anche nel primo trimestre del 2008, con un incremento del +10.2%. Il 2007 si rivela, quindi, un anno positivo per la Germania sia sul mercato interno che su quello estero.

Prendendo in esame l’Europa Occidentale, i dati emergenti sono un incremento del fatturato e una tendenza ad acquistare prodotti ergonomici ed ecosostenibili. Il mercato europeo, inoltre, risulta essere lo sbocco principale per i mobili di produzione europea, nell’ordine del 71% delle vendite (dato relativo al 2006). Si registra, tuttavia, un buon andamento degli affari anche verso l’Europa Orientale, la Russia e l’America del Nord, così come positive sono le esportazioni verso il Medio Oriente.

Un dato interessante segnala che il settore dell’arredamento per ufficio è influenzato, tra le altre cose, sia dall’aumento dei posti di lavoro nel terziario, sia dalle ristrutturazioni degli uffici esistenti, fenomeno che sembra verificarsi soprattutto nelle grandi e medie imprese a carattere innovativo.

Sempre in Europa Occidentale si è verificato un inevitabile aumento dei prezzi nel comparto mobili, dovuto all’impennata dei costi di materie prime, risorse energetiche, logistica: in Germania si calcolano aumenti attorno al 5%. Tuttavia, si è cercato di contenere l’eccessiva crescita dei prezzi con una maggior efficienza dei processi aziendali.

Secondo le stime della Commissione europea, la generale crescita economica dell’Unione Europea dovrebbe aumentare, nel 2008, solo del 2% (invece del 2.8% previsto) e dell’1.8% nel 2009, a causa delle congiunture finanziarie mondiali.

Fonte dei dati: CSIL e Orgatec

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>