Tiriamo le somme su Made Expo 2010

Stand vivaci e affluenza tra i corridoi al Made Expo, la fiera internazionale sulle strutture, il progetto e la tecnica delle costruzioni, che si è svolta a Fiera Milano-Rho su una superficie complessiva di 90.000 metri quadri.
In esposizione vi erano 1.700 aziende, di cui 254 estere, che hanno mostrato nuove soluzioni di sistemi costruttivi, materiali, porte, scale, serramenti, impianti sportivi, arredo urbano e finiture d’interni.
Nell’ambito delle finiture d’interni vi erano diverse aziende produttrici di pareti mobili e finiture d’interni: tra queste Fantoni che ha messo in mostra un nuovo sistema di pannelli fonoisolanti per aumentare il benessere acustico, e lo storico sistema fonosassorbente Topakustik arricchito con nuove fresature e con un originale elemento di fissaggio per accessori che consentiva l’inserimento di vaschette portafiori, contenitori di vario formato ecc; sempre nell’ambito delle finiture d’interni si è presentata la Liuni, azienda leader nella produzione di moquette, pavimenti e rivestimenti, che ha proposto la nuova collezione Comfort, pavimenti stratificati protetti da uno strato superficiale di PVC su supporto in sughero e trattamento di finitura HPS con particolari caratteristiche di resistenza all’usura e facilità di manutenzione; inoltre la Liuni ha messo in scena le due nuove collezioni di pavimenti vinilici Graphic e Botanic prodotte da Bolon, di cui è distributrice, che sono realizzate ponendo particolare attenzione alla sostenibilità ambientale; vi era poi la società Modulo, del gruppo Las Mobili, che ha messo in esposizione la nuova parete OVERmax con vetro laccato nella versione a pannelli orizzontali che ha la particolarità di adattarsi perfettamente a qualunque quota del soffitto.

Al di là dei prodotti esposti Made Expo si è riconfermata una manifestazione articolata e ricca di  initiative collaterali: dal convegno inaugurale ” Il domani del mondo e l’Expo 2015 in cui si è sottolineata la sostenibilità ambientale come leva per la ripresa economica, all’iniziativa “Borghi e Centri Storici” per il recupero e la valorizzazione turistica  dei piccoli centri italiani, alla mostra “Civitas, una città virtuale di 3000 metri quadri che ha ospitato 14 aziende leader dell’involucro edilizio e prodotti innovativi affiancati da installazioni architettoniche di forte impatto emozionale.
Un certo successo ha riscontrato anche l’evento InstantHouse, il concorso  per studenti e neolaureati delle facoltà di Architettura, Ingegneria e Industrial Design incentrato sul tema dell’inquinamento acustico nelle città contemporanee; al concorso si sono presentati infatti più di  200 progetti che hanno saputo rispondere con originalità ed efficacia al problema.

Vivacità infine in termini di visitatori che malgrado il momento di crisi non sono mancati: la terza edizione di Made Expo ha chiuso infatti con 242.152 presenze, con un incremento del 21% rispetto all’edizione precedente, di cui 23.810 stranieri.

Il prossimo appuntamento per Made Expo è dal 5 all’8 Ottobre 2011.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>