Ruggiu illumina Treviso

Nove corpi illuminanti, composti ciascuno da cinque lampade da sette led l’una, tutte prodotte da Ruggiu, hanno trasformato in gigantesco faro urbano la torre dell’impianto per la telefonia mobile di Tim in piazza Matteotti, a Treviso.

“L’antenna di piazza Matteotti sarà la nostra torre Eiffel”. Così amministratori e progettisti presentavano il complesso intervento: 36 grandi lastre, 12 per lato, composte da quattro vetri fra i quali era state inserite e sigillate, secondo uno schema a fasce trasversali, centinaia di tesserine di vetro colorato di Murano; quasi mezzo milione di pezzi di colore blu, azzurro e verde (un colore per ogni lato della torre) collocati manualmente sotto la regia della mosaicista trevigiana Paola Scibilia.

Il cantiere è stato affidato all’impresa Calzavara e sorvegliato dall’architetto Matteo Pamio, figlio dell’architetto Roberto Pamio, progettista dell’opera in mosaico vetroso, e dal dirigente del Settore Ambiente di Ca’ Sugana, Paolo Pierobon.


>> Ruggiu database prodotti

scheda azienda



Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>