Rapporto sulla formazione del design in Italia

Come ogni settore produttivo anche il comparto della formazione al design necessita di strategie, di una politica di sviluppo, di leggi di sostegno, di strumenti di qualificazione e di premio, di attenzione politica. Lo studio sulla formazione al design in Italia è firmato da Dalia Gallico, architetto presidente di Adi Lombardia e coordinatore dell’Osservatorio Territoriale del Design Lombardo, ed è pubblicato da Franco Angeli, collana Adi (Isbn 9788846486134).

Il volume “Design In-Formazione” rappresenta l’occasione per riflettere su cento (troppe o poche?!) scuole pubbliche e private, sui diversi approcci, sulle caratteristiche, sul futuro. Da una parte con l’obiettivo di capire e conoscere, puntuale analisi descrittiva del comparto, delle necessità richieste, delle varie funzioni, dei profili più ricercati; dall’altra per dare una traccia di riferimenti semplici e chiari per spunti di riflessione.

Si comprende come le scuole eccellenti possono e devono essere un luogo cruciale intorno a cui costruire il senso di identità delle comunità di design, un’importante occasione di incontro e un punto di riferimento non solo per quanti operano al loro interno, ma anche per i creativi esterni e per le imprese.

Scrive Gillo Dorfles nella prefazione: “Questa importante e approfondita indagine sulla situazione della formazione per il design in Italia compiuta da Dalia Gallico, era senz’altro opportuna per permettere, non solo al pubblico profano ma agli stessi protagonisti di questa disciplina, di rendersi conto di quale sia l’attuale posizione, la consistenza, e soprattutto di quali siano gli aspetti positivi (per fortuna parecchi) e quelli negativi (purtroppo ancora molti), del settore”.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>