Philips acquisisce Luceplan

Philips acquisisce Luceplan, uno dei marchi icona del design italiano. L’acquisizione nasce dalla forte sintonia tra le due aziende che pongono il continuo cambiamento delle esigenze della gente anche nell’uso della luce come punto di partenza.
L’operazione permette di legare il design di Luceplan alle più avanzate ricerche Philips sulle nuove sorgenti luminose, in particolare alla ricerca sui led, e consente a Luceplan di svolgere un ruolo cruciale nella progettazione e realizzazione di apparecchi di illuminazione in Philips. 
Ci siamo fatti raccontare alcuni dettagli dell’acquisizione da Sergio Tonfi, Corporate Communication Manager di Philips Italia e da Riccardo Sarfatti, fondatore di Luceplan.


Luceplan opera nel segmento “consumer lighting” con prodotti di design con uso prevalentemente decorativo,  mentre Philips è forte  nello sviluppo delle sorgenti luminose tecnologicamente avanzate. Con questi presupposti, quali sono le prospettive che si otterranno con l’acquisizione?

Sergio Tonfi:
L’obiettivo dell’acquisizione è unire il solido percorso delle tecnologie Philips con la grande capacità di design di un’azienda italiana come Luceplan.
Philips, nota per essere una grande azienda di innovazione tecnologica sin dal 1891, unirà lo sviluppo tecnologico realizzato, come nel caso dei led che sono ormai la nuova frontiera della luce, con la capacità di Luceplan di costruire soluzioni non soltanto funzionali ma soprattutto emozionali e di design.

In sostanza Luceplan rappresenterà il vostro marchio di design?

Si, Philips presidia il settore consumer luminaires nelle tre fasce di mercato – design, middle size e low size – con tre marchi differenti.
Luceplan, che sarà il marchio di punta orientato al design al “vertice della piramide”.
Philips, che presidia il settore “middle size” e si rivolge al mercato dei grandi numeri.
Massive, frutto dell’acquisizione di qualche anno fa della società belga PLI, che rappresenta quello dei prodotti “low size”.

E Ilti Luce come si colloca in questo gruppo di aziende?

Ilti Luce è una realtà molto forte nel campo professionale orientata all’applicazione dei led e delle fibre ottiche nell’illuminazione museale e di conseguenza non presidia il settore consumer luminaires.

Quali sono stati i termini dell’operazione di acquisto dal punto di vista economico finanziario e come impatterà sul management aziendale?

Riccardo Sarfatti:
Philips ha acquisito l’80% delle quote e il restante 20% resta alla famiglia Sarfatti.
Per quanto riguarda il management, si conferma l’organizzazione precedente, mantenendo l’attuale Amministratore Delegato Alessandro Sarfatti.
E’ importante sottolineare che questa acquisizione si è decisa dopo un lungo periodo di reciproca conoscenza che ha portato ad una scelta serena e lucida che non deriva da una necessità.
Luceplan aveva certamente capito che non poteva più far fronte con le proprie forze ad un mercato sempre più complesso e globalizzato, pensiero rivolto soprattutto alle esportazioni (82% quota attuale di export).
Nel momento in cui Philips ha dimostrato interesse per Luceplan, abbiamo pensato che questa operazione avrebbe garantito la continuità aziendale, il suo sviluppo e la valorizzazione delle potenzialità che abbiamo accumulato in trent’anni di attività.

Dal punto di vista delle attività di marketing, comunicazione e vendite cambierà qualcosa?

Cambierà moltissimo. Uno degli aspetti principali riguarda il rafforzamento della nostra presenza sul mercato europeo ed extraeuropeo in cui Philips è presente già da tempo.
Nel mercato extraeuropeo le aree più interessanti saranno il sud est asiatico, il sud America e alcune zone degli Stati Uniti.
Mentre per quanto riguarda l’Europa, sfrutteremmo la posizione di leader di Philips che in paesi come Belgio e Olanda detiene il 90% della quota di mercato, per rafforzare una presenza già forte di Luceplan.

www.philips.it/newscenter

www.luceplan.it

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>