Il macro-settore Arredamento cresce del 3.9%

Le stime di chiusura dei Saloni 2008 confermano un ottimo stato di salute del settore arredamento: i 348.000 visitatori confermano un incremento del 29% rispetto all’anno precedente con una cospicua affluenza internazionale (210.000 presenze, provenienti principalmente da  Spagna, Russia, Francia, Germania, Sud-Est Asiatico). “L’Italia – commenta Rosario Messina, presidente del Salone del Mobile – può contare sulle migliori aziende del settore, i cui prodotti sono riconosciuti, in tutto il mondo, per la qualità delle materie prime impiegate, le rifiniture di pregio e il grande contenuto di design”.

I dati forniti dal Centro Studi Cosmit/Federlegno-Arredo – riferiti al Sistema Legno-Arredamento 2007 – confermano un incremento del +4.5% del fatturato (sfiorando quota 40 miliardi), con una crescita sostanziosa delle esportazioni (+8.4%, per 13.714 milioni di €): il settore esporta circa un terzo della propria produzione (34.5%).

Più in generale, il macro-settore arredamento (mobile, illuminazione e complementi d’arredo) rappresenta uno dei principali settori dell’economia italiana.
Le esportazioni di prodotti di arredamento italiani che, in alcuni comparti, ammontano a più della metà dei ricavi, contribuiscono al successo internazionale dell’industria manifatturiera italiana.

Il macro-settore arredamento ha chiuso il 2007 in crescita; il fatturato alla produzione è cresciuto del +3,9%, con un valore di 23,7 miliardi di euro e le esportazioni hanno registrato un tasso di crescita del +8,0%, per un totale di 12 miliardi di euro.

Per questo, hanno un ottimo successo i Saloni WorldWide, che trasportano oltreoceano il design made in italy, inaugurando a New York dal 17 al 20 maggio 2008.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>