L’architettura italiana in Cina

Il 15 settembre si inaugura a Canton, in Cina, la mostra “Italy Builds: venti anni di architettura italiana”. Organizzata dall’Ice (Istituto del Commercio Estero) con la rivista l’Arca e il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Roma, è ospitata all’interno del grande padiglione italiano dedicato a presentare il “Sistema Italia” nella Fiera Internazionale della Piccola e Media Impresa (Cismef-Pmi 2006) di Canton. La mostra viene inaugurata dal Presidente del Consiglio Romano Prodi e dal Ministro per il Commercio con l’Estero Emma Bonino, che guidano una numerosa delegazione.

In otto ‘cubi teatrali’ sono presentati progetti e immagini di architettura assieme a campioni reali, frutto della tecnologia italiana, che hanno costituito parte sostanziale della qualità costruttiva degli edifici.

Venticinque progetti firmati dai più illustri architetti italiani sono presentati con proiezioni di oltre seicento immagini su grandi schermi e si confrontano con circa trenta ‘campioni’. Un prestigioso volume di 320 pagine, editato da l’Arca Edizioni in sei lingue, cinese compreso, promosso dal Ministero degli Affari Esteri su un’idea dell’attuale presidente dell’Ice, l’ambasciatore Umberto Vattani, accompagna la mostra e la segue nelle sue diverse manifestazioni all’estero.

“Italy Builds”, questo è anche il titolo del volume, è strutturato in otto saggi tematici scritti da critici e docenti e illustrato da immagini di centinaia di progetti realizzati in Italia negli ultimi venti anni. L’allestimento della mostra è stato progettato dallo Studio D.A. di Milano con lo studio Schiattarella di Roma.

L’iniziativa vuole promuovere, in diversi paesi del mondo, accanto al talento progettuale dei nostri architetti, le grandi capacità realizzative dell’industria e dell’artigianato italiano, ancora poco conosciute nonostante la qualità che esprimono. L’idea è di estendere la comunicazione dal “Made in Italy” al “Build in Italy”.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>