Il mercato immobiliare e l’economia in Francia

Il mercato immobiliare della Francia continua a mostrare un’immutata forza di attrazione di capitali locali e stranieri, nonostante il progressivo calo dei rendimenti che sta connotando pressoché tutti i comparti analizzati.

  • Uffici
    Guidato prevalentemente dal settore economico-finanziario, il mercato immobiliare degli uffici della Francia si è caratterizzato, nel corso del 2007, per più che ragguardevoli livelli di domanda e di take-up, a fronte di un’offerta che risulta anch’essa in tendenziale e continua crescita. Ne è conseguito un sostanziale incremento di canoni e una contrazione della redditività. I valori crescono a tassi sostenuti soprattutto nelle principali città del Paese, prima fra tutti Parigi.

  • Retail
    Anche il mercato retail ha mostrato una performance complessivamente positiva. In generale, si nota un progressivo spostamento dell’interesse verso città come Lione, Marsiglia visto che molti player sono ormai già presenti nella capitale. I canoni registrano tassi di crescita annui pressoché invariati pur attestandosi su alti livelli. Per un metro quadrato in Avenue des Champs-Elysées si arriva a pagare fino a 10.000 euro annui.

  • Industriale
    In un contesto di questo tipo, anche il segmento degli immobili industriali ha messo a segno risultati più che lusinghieri, in termini di assorbimento del mercato. Ancor più che negli altri comparti, i livelli di offerta appaiono insoddisfacenti e spesso incapaci di far fronte alle numerose richieste di mercato. I canoni tendono a stabilizzarsi nel complesso.

  • Residenziale
    Il mercato residenziale francese evidenzia segnali volti alla stabilità del settore con tassi di crescita dei prezzi di vendita e dei canoni di locazione che, seppur positivi, si rivelano meno sostenuti rispetto al passato.

  • Alberghiero
    Ottimo l’andamento del settore alberghiero, capace di mostrare tassi di occupazione e valori di ‘revpar’ (revenue per available room, fatturato generato per camera disponibile, ndr) che si posizionano su buoni livelli, se confrontati con i corrispettivi valori delle altre principali città europee.
    (Fonte: Agenzia del Demanio, dicembre 2007)


    Il mercato immobiliare e l’economia della Francia, a cura di Nomisma
    [scarica il documento.pdf 430 KB]


    Potrebbe interessarti:

      None Found

  • Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>