Il mercato dell’arredamento per uffici in Russia

Durante gli anni ’90 la crescita del settore dell’arredamento in Russia è stata spinta principalmente dal segmento dell’arredamento per la casa, mentre negli ultimi 5 anni (2001-2005) il segmento più positivo è stato quello dell’arredamento per uffici. Il valore del mercato locale dell’arredamento per uffici per il 2005 è stimato intorno ai 900 milioni di dollari Usa. Il valore del mercato calcolato in dollari è cresciuto del 27% nel 2005 e del 9% nel 2004. L’aumento dei prezzi in moneta locale è stato del 14% nel 2004 e del 18% nel 2005. In valuta straniera, l’aumento dei prezzi è piuttosto stabile, intorno al 4% all’anno. Nei prossimi anni si prevede che il mercato crescerà soprattutto fuori dai mercati principali di Mosca e San Pietroburgo. Probabilmente beneficeranno della crescita del mercato soprattutto la Russia centrale, Povolzhje e la regione degli Urali.

Commercio internazionale dei mobili per uffici
Secondo i dati previsionali, la Russia ha importato mobili per uffici per circa 111 milioni di dollari Usa nel 2004 e 128 milioni nel 2005. Dopo una significativa tendenza al ribasso negli anni 1998-2002, ora sono visibili i primi segnali di una certa ripresa. Le importazioni provengono principalmente da Italia (28%), Ucraina (13%) e Austria, ma anche da Germania, Cina e Polonia. Secondo le ultime stime, il valore dell’arredamento per uffici importato in prezzi al dettaglio è circa 360 milioni di dollari Usa, equivalente al 40% del consumo totale (900 milioni di dollari Usa). Quindi il valore a prezzi di fabbrica è decisamente più rilevante (raggiunge anche più del 50%) di quanto stimato nelle statistiche ufficiali. Le esportazioni di arredamento per uffici prodotto in Russia sono dirette soprattutto in Kazakistan.

Il servizio competitivo
Il settore dell’arredamento per uffici in Russia è costituito da circa 800 aziende. Circa 80 vendono in tutto il Paese, ma una buona percentuale non supera i confini di Mosca. Molte aziende hanno cominciato come distributrici di produttori stranieri, poi hanno iniziato ad assemblare i componenti e solo più tardi hanno sviluppato una propria produzione di mobili per l’ufficio (un processo analogo è riscontrabile anche all’interno del settore dei mobili da cucina). Nonostante la concorrenza dei produttori cinesi, che puntano su un prezzo più basso, l’arredamento per uffici è uno dei settori più competitivi del mercato dell’arredamento russo. I più grandi produttori russi di mobili per uffici sono Felix (che domina il mercato di Mosca con il 70% delle vendite), Kambio, Kraft, Furniture Perpetum, Konstantin e Fronda, che vendono attraverso una rete di showroom.

Materiali a base di legno e combinati
I materiali più utilizzati nella produzione di mobili per uffici a base di legno (70%), come mdf, pannelli in truciolare, compensato ecc., seguiti da materiali combinati (20%), cioè una combinazione di materiali secondo le ultime tendenze del design di settore (come metallo/legno, legno/vetro, metallo/vetro, metallo/legno/plastica). La percentuale di mobili in metallo è circa il 9%. Poiché i mobili per uffici realizzati con materiali a base di legno sono soprattutto on demand, Csil ha chiesto agli intervistati di esprimere una preferenza di colore. Tra i colori legnosi, i consumatori hanno scelto: faggio (27%), usato soprattutto per gli uffici operativi, e noce (23%) chiaro e scuro. I mobili tinti ciliegio e frassino hanno raggiunto una percentuale del 16% ciascuno. Per le sedute i colori più frequenti sono nero, marrone e verde.
(a cura di Csil; giugno 2006)

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>