Il meglio del progetto a Made Expo

Made Expo è l’appuntamento espositivo internazionale, promosso da Fedelegno-Arredo e Uncsaal (Unione Nazionale Costruttori Serramenti Alluminio Acciaio Leghe), dedicato all’edilizia, all’architettura e al design, che aprirà per la prima volta le porte dal 5 al 9 febbraio 2008, presso il quartiere fieristico di Milano-Rho e si preannuncia come un’occasione unica per presentare tutti i prodotti più innovativi del sistema delle costruzioni e momento di dialogo e confronto tra aziende e istituzioni.


>> Anteprima Citterio

Upper


Un convegno internazionale dell’architettura, che coinvolgerà i protagonisti del progetto e delle costruzioni, inaugurerà la prima edizione della manifestazione; sono poi circa 100 gli incontri previsti per tutta la durata della fiera dalle associazioni e dalle organizzazioni di categoria, oltre che da centri di ricerca e università. Centro dell’evento è l’intera filiera di tutto il sistema dell’edilizia, dal progetto ai servizi, per offrire una visione globale dell’offerta che tuttavia mantiene le specificità dei singoli comparti, valorizzando allo stesso tempo le soluzioni più innovative e la ricerca tecnologica degli espositori.

Made Expo raccoglie l’eredità di Saiedue, ma ne supera il concetto, senza sacrificare la tradizione sviluppata dalla manifestazione in 26 anni di storia: “Abbiamo infatti voluto convogliare in questa nuova manifestazione l’attenzione dell’intero mondo del progetto e delle costruzioni, coinvolgendo massicciamente le realtà che ruotano intorno all’edilizia pesante – commenta Giulio Cesare Alberghini, amministratore delegato di Made Eventi – per realizzare una grande rassegna in cui materie prime tradizionali e innovative, componenti, facciate, strutture, finiture, soluzioni di design si affiancano a giornate di convegni e workshop per progettisti, imprese, operatori specializzati, stampa e centri di formazione. Made Expo sarà quindi un’occasione di confronto culturale, oltre che una finestra per le aziende, per consolidare le posizioni sul mercato nazionale, per essere competitive e protagoniste a livello internazionale”.

Sono questi i principali punti strategici intorno ai quali ruota Made Expo, che si uniscono a una matrice espositiva che prevede una suddivisione per aree tematiche, all’interno delle quali si articolano singoli saloni specialistici, riuniti nella formula di ‘Federazione di Saloni’. Tale suddivisione consente all’operatore specializzato di orientarsi con facilità nell’ampia vetrina espositiva. A ciò si aggiunge ‘Skin’, mostra-percorso allestita durante i giorni della manifestazione, che presenterà le ultime realizzazioni firmate dai più illustri architetti nazionali, per scoprire le declinazioni dell’architettura nelle diverse culture del mondo, e accompagnerà il visitatore in un viaggio in dieci metropoli portatrici di differenti suggestioni architettoniche.

“Federlegno-Arredo ha creduto con forza nel progetto Made Expo, ne è fautore e promotore – spiega Roberto Snaidero, presidente di Federlegno-Arredo – e lo ritiene una grande opportunità per lo sviluppo dell’intero sistema del progetto e delle costruzioni che la fiera fa dialogare. Una grande opportunità anche per i settori della filiera legno coinvolti, che potranno trovare in questa occasione un’ideale vetrina commerciale e uno spazio di studio e aggiornamento allo stesso tempo”.

Aggiunge Libero Ravaioli, presidente di Uncsaal: “Un buon esempio di come la nostra associazione si stia impegnando per fare di Made Expo una fiera che interpreti in modo nuovo il proprio ruolo di partner fondamentale dei nostri sistemi industriali, è il progetto ‘Luci dalla città del futuro’, che abbiamo già messo a disposizione del Comitato Milano l’Expo 2015, prevedendo di replicare l’iniziativa nei giorni di Made Expo. I cantieri di City Life, Porta Nuova, Bovisa Gasometri e dell’altra sede della Regione, con il sito della Fiera Milano, sono stati ‘costruiti’ con la luce, proprio come fossero una grande anteprima di quante soluzioni e di quante proiezioni verso il futuro il salone metterà a disposizione di chi progetta, di chi costruisce, di chi amministra, già a partire da febbraio 2008”.


Citterio – Pad. 7 stand D01 E04
Team è la linea di porte di Citterio disegnata da Pinuccio Borgonovo. Le porte Team sono dotate di stipiti e telaio, profili e maniglie in alluminio, pannelli in vetro (trasparente, acidato, satinato, fumé o laccato), in legno laccato oppure in varie essenze di legno o in alluminio. Le tipologie di porte Team si distinguono in small, medium o large (la denominazione fa riferimento alla larghezza dei loro profili). Ogni tipologia offre soluzioni a battente o scorrevoli esterne o a scomparsa. Una ulteriore tipologia di porta (side) prevede soluzioni a battente, esterne o filo muro.

>> Citterio database prodotti

scheda azienda


Upper – Pad. 7 stand H01 L04
L’habitat ufficio diventa, finalmente, il luogo dove lasciare la tua impronta. Le linee minimaliste ma decise e la modularità, che permette un’ampia personalizzazione nelle forme e nei materiali rendono Materix un tavolo decisamente unico. Finiture piani: melaminico bambù, teak, wengè; Hpl nero; vetro bianco, nero, citronella, avio. Finiture struttura: alluminio verniciato bianco, nero, grigio alluminio; alluminio rivestito bambù, teak, wengè.

>> Upper database prodotti

scheda azienda


Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>