Gruppo Legrand: i risultati gennaio-settembre 2009

OfficeBit pubblica un resoconto dei risultati del Gruppo Legrand, nel periodo da gennaio a settembre 2009: adattamento alla congiuntura e revisione al rialzo dell’obiettivo di margine 2009 sono le linee di tendenza.

Nel corso dei primi nove mesi del 2009, Legrand ha realizzato un margine operativo aggiustato ricorrente del 17,9% a fronte di un calo delle vendite del -15,7% a struttura e tassi di cambio costanti e ha generato un free cash flow elevato.
Nel corso dei primi nove mesi dell’anno, i costi di produzione e le spese amministrative e commerciali sono stati ridotti del -17,5% a struttura e tassi di cambio costanti.

Gilles Schnepp, Presidente Direttore Generale di Legrand, ha dichiarato :
«Questi risultati dimostrano la reattività dell’insieme del Gruppo che, da metà del 2008, ha adattato di continuo le sue spese all’andamento delle vendite. I risultati così realizzati sono stati accompagnati da un lavoro in profondità da parte del personale per migliorare le modalità di funzionamento e le strutture del Gruppo.
Nonostante l’assenza di segnali di miglioramento nelle condizioni di mercato e tenuto conto dei risultati del Gruppo così come della stagionalità nel quarto trimestre, Legrand punta ora ad un margine operativo aggiustato ricorrente del 17% circa nel 2009.

Peraltro, con 465M€ di free cash flow al 30 settembre 2009, e questo dopo aver aumentato gli investimenti in nuovi prodotti del 23% nello stesso periodo, Legrand è in grado di finanziare la crescita profittevole di domani. In particolare, il Gruppo prevede di cogliere le opportunità di crescita esterna individuate e di rafforzare le sue posizioni commerciali nelle zone emergenti dove i bisogni restano enormi, così come nei settori di attività più promettenti»

CIFRE CHIAVE

(1)    Risultato operativo aggiustato oneri di ristrutturazione esclusi, che ammonta rispettivamente per i primi nove mesi del 2009 e per il 2008 a 43,4M€ et 17,4M€. Vedere (3) per la definizione di risultato operativo aggiustato.
(2)    Utile netto di 250,1M€ per i primi nove mesi del 2009 e 317,3M€ per i primi nove mesi del 2008 ad esclusione di elementi non ricorrenti (oneri di ristrutturazione, guadagni/perdite di cambio e svalutazione dei goodwill), ossia rispettivamente 9,4% et 10,0% del fatturato.
(3)    Cifre rettificate dalle scritture contabili legate all’acquisizione di Legrand Francia nel 2002 (ammortamenti supplementari di attivi rivalutati senza impatto liquidità, per i primi nove mesi del 2009 e 2008 rispettivamente 28,8M€ et 37,7M€) e dalla svalutazione dei goodwill di 16,2M€ per i primi nove mesi del 2009.
(4)    Il free cash flow si definisce come la somma dei flussi di cassa derivanti da operazioni correnti e dal prodotto derivante dalla vendita di immobilizzazioni, diminuito degli investimenti e delle spese di sviluppo capitalizzate.
(5)    Il debito finanziario netto è definito come la somma dei prestiti correnti e dei prestiti non correnti, diminuito del capitale liquido e dei titoli mobiliari di investimento.

Risultati al 30 settembre 2009

Fatturato
Dai dati pubblicati, il fatturato ammonta a 2 673,9M€, in calo del -16,1% rispetto ai primi nove mesi del 2008, ovvero il -15,7% a struttura e tassi di cambio costanti. L’impatto del consolidamento delle acquisizioni è pari allo 0,5% e quello dei tassi di cambio al -0,9%.

Buona tenuta a 17,9% del margine operativo aggiustato ricorrente
Il risultato operativo aggiustato ricorrente ammonta a 478M€ e rappresenta il 17,9% delle vendite, sostenuto da misure di adattamento che sortiscono il loro pieno effetto nel 2009. La base dei costi, definita come la somma dei costi di produzione e delle spese amministrative e commerciali, è stata ridotta del -17,5% nei primi nove mesi dell’anno 2009 a struttura e tassi di cambio costanti mentre le spese in R&D sono leggermente aumentate in percentuale del fatturato.
Ad esclusione degli elementi non ricorrenti legati agli oneri di ristrutturazione, a guadagni/perdite di cambio e alla svalutazione dei goodwill, l’utile netto ammonta a 250M€ nei primi nove mesi del 2009, pari al 9,4% del fatturato.

Forte generazione di cash e diminuzione del debito netto
Il free cash flow ammonta a 465M€ dall’inizio dell’anno 2009, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2008 per effetto di una gestione molto dinamica del bisogno di capitale circolante e dopo aver tenuto conto di un aumento del 23% degli investimenti in nuovi prodotti che rappresentano più del 60% delle spese per investimenti totali.
Rispetto al 30 settembre 2008, Legrand ha ridotto il suo debito netto di 530M€.

Fonte: Legrand Group

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>