Fluxus di Andromeda: espressioni luminose di vetro

Più che una lampada, un’installazione di vetro e luce. Creata da Andromeda per White Gallery, grande lifestyle store di Roma, Fluxus è un’opera a quattro mani: il designer Karim Rashid ha disegnato l’elemento base in vetro, Knit. L’artista Michela Vianello, art director di Andromeda, ha elaborato il concept dell’opera e lo sviluppo dell’intero progetto.

Due anni di ricerca e sette mesi per realizzare il progetto Fluxus, che ha un forte impatto estetico e innovativo. E’ una superficie apparentemente fluida, composta come un tessuto, da una moltitudine di elementi in vetro, che creano l’effetto di una maglia lavorata, Knit appunto. Ogni singolo elemento Knit offre un’infinità di sfumature che variano nei colori dal bianco al nero, attraverso tre toni di grigio; e variano anche in funzione della luce che passa attraverso. Un impatto visivo molto optical, che la Vianello ha studiato accuratamente.

L’installazione Fluxus vanta dimensioni e numeri impressionanti: 5000 lampade alogene puntiformi, distribuite a rete sulla superficie interna dell’onda; 60 mq di superficie costituiti da ben 42.000 elementi in vetro lavorato a mano.

Per ammirare la stupefacente scultura luminosa, non resta che attendere l’apertura del White Gallery all’Eur di Roma, prevista per ottobre 2009.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>