Da Assufficio: ‘Sei… un campione?’

“La campionatura può essere considerata uno strumento per meglio capire la vera sostanza dei prodotti, valutata considerando la presa visione del prodotto finito, la qualità dei materiali e, non ultimo, i progetti e i servizi che lo integrano. È, dunque, un importante strumento del processo di selezione, acquisto e vendita di un prodotto che ad oggi in Italia si presenta privo di chiarezza sui contenuti e le procedure, sia per chi offre sia per chi richiede arredi per ufficio e collettività”.

Si apre con questa premessa la più recente tra le monografie realizzate dalla Commissione Tecnica Assufficio. Spiega il responsabile del team di lavoro Roberto Gioia: “Il volume si propone di facilitare la reciproca comprensione tra i vari attori del processo di offerta e acquisto, precisando i momenti e le problematiche relative alle campionature per migliorare le fasi gestionali, ma soprattutto aumentare efficacia ed efficienza nell’interesse comune”. Suoi destinatari privilegiati sono dunque i responsabili degli uffici tecnici di aziende ed enti, studi di progettazione, general contractor e tutti gli operatori del settore. Il processo di definizione delle specifiche, la richiesta, la realizzazione, il montaggio e la valutazione di molte campionature ha infatti costi elevatissimi per le imprese concorrenti ma anche per il committente, proporzionalmente al numero di aziende da valutare. Tenendo presente questo assunto, Assufficio ha affrontato il complesso tema della campionatura perché è interesse di entrambe le parti in gioco definire con chiarezza quando, quanto e come è opportuno richiedere e realizzarla.

L’idea di parlarne in termini tecnici e, al tempo stesso, concreti si è sviluppata grazie alle segnalazioni di numerosi associati che lamentavano l’obbligo di sostenere costi troppo onerosi, pur nell’ambito di gare di appalto significative. La Commissione Tecnica si è posta in un’ottica di ottimizzazione delle risorse e dei costi, offrendo indicazioni legate al buonsenso di sicuro interesse anche per il committente, ad esempio suggerendo di richiedere la campionatura dopo aver fatto una prima scrematura delle aziende in gara.

Nel vademecum vengono riportate quattro tipologie di campionatura: di materiali (seriali e non); di un prodotto finito rientrante nella serialità della produzione aziendale; di un prodotto finito derivato dalla personalizzazione di un prodotto seriale; di un prodotto finito realizzato ex novo su progetto del committente.

Aggiunge il coordinatore della Commissione Tecnica Giorgio Dal Fabbro: “Spesso le campionature vengono ‘ammucchiate’ una vicino all’altra, senza adeguata illuminazione nel cantiere, allo stato di grezzo; ma un pavimento grezzo e non livellato può rendere instabile una scrivania e impedire ad una sedia su ruote di scorrere perfettamente, condizionando ingiustamente la scelta del committente”.

Sulla scorta di queste considerazioni, Assufficio ha messo a fuoco le ‘condizioni migliori’ per una valutazione obiettiva di tutti i prodotti: dalla separazione visiva di ciascuna campionatura al ricorso ad una illuminazione appropriata. Altrettanto concretamente vengono elencati i vantaggi di una visione in azienda delle campionature per committente (minori costi di allestimento; possibilità di esaminare tecnologie e modalità produttive nelle varie fasi di lavorazione, reali potenzialità e capacità tecnica del fornitore e di eliminare responsabilità sulla custodia dei prodotti) e fornitore (minori costi di imballaggio, trasporto, montaggio, riduzione dei danneggiamenti, tutela del diritto di proprietà intellettuale ed industriale).

‘Sei… un campione?’ affronta anche tempi di consegna (non troppo brevi e, comunque, compatibili con i processi produttivi) nonché oneri e costi, con indicazione di alcuni significativi valori medi per campionatura di prodotto finito seriale, precisando utili aspetti comportamentali (richiedere solo certificazioni pertinenti alle normative italiane Uni o europee EN o certificati autenticati solo all’azienda aggiudicataria).


Assufficio


Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>