Carlo Guglielmi confermato alla guida di Indicam

Il consiglio direttivo dell’Istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione ha confermato alla presidenza Carlo Guglielmi, giunto al suo quarto mandato. Tra gli indirizzi principali che caratterizzeranno il suo incarico, vi è il supporto alle attività dell’ufficio dell’Alto Commissario per la lotta alla contraffazione nell’individuare, mettere a punto e far applicare gli strumenti più efficaci al contrasto del fenomeno e al coinvolgimento del consumatore.

La contraffazione sta assumendo dimensioni sempre più ampie e complesse, come conferma la cronaca degli ultimi mesi. Essa inoltre si intensifica con le vendite online: un fenomeno in continua e globale espansione, con filiere geograficamente assai diffuse e al tempo stesso assai compatte, dove il controllo per le organizzazioni criminali che le supportano è più facile e le attività investigative per le agenzie di enforcement più difficili.

“Il contrasto alla contraffazione – ha sottolineato Guglielmi – non può prescindere dall’adozione di politiche e prassi del commercio internazionale che impongano controlli e certificazioni a tutto tondo dell’intera filiera: dalle materie prime ai componenti, alle tecniche di produzione, alle condizioni di lavoro. È proprio in quest’area che il Governo italiano può e deve svolgere un ruolo di protagonista nelle istituzioni sovranazionali”.

Darsi strumenti adeguati al fenomeno da combattere è il primo passo sia per limitarne la diffusione, sia per trasmettere una corretta comunicazione ai consumatori: “Comunicazione che passa anche attraverso sanzioni proporzionate e generalizzate – spiega il presidente di Indicam – che colpiscano quelli fra essi che ne sono consapevolmente coinvolti. Non solo normare quindi, ma far rispettare la legge, educare alla legalità, sanzionando con buon senso e accertandosi che la Pubblica Amministrazione adotti strumenti operativi adeguati”.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>