Euroluce Review: Padiglione 14 – parte 2

La Redazione di LighitingBit presenta la consueta Review di aziende e prodotti, visti tra i padiglioni della Fiera.
FDV GROUP

FDV
, Gruppo fondato nel 2002 per aggregare sotto un’unica firma diversi marchi e aumentare la propria presenza sul mercato, si presenta a Euroluce con uno stand ricco di proposte e novità.

Presenti tutti brand del gruppo.

I Tre, con lampade high technology dagli elevati contenuti qualitativo-formali e in grado di conferire una forte personalità agli ambienti; Alt Luci Alternative, realtà deputata alla continua ricerca sperimentale in colori e materiali che dà vita a prodotti dalla personalità eccentrica; Aureliano Toso, con le sue forme nuove e giovani, immediate e sorprendenti.
Scenografiche e raffinate le proposte in vetro veneziano firmate da Muranodue, rigorosamente funzionali senza perdere in design quelle di Luxit.
Sorprendenti le proposte di Gallery Vetri d’Arte, collezione dall’eleganza senza tempo che, grazie alla preziosità di materiali e lavorazioni, propone prodotti unici, sia per ricercatezza, sia per pregio.
Senza dimenticare le eleganti e creative soluzioni proposte dall’ultima azienda acquisita da FDV, Leucos: oggetti dal design pulito e minimalista che, unendo innovazione tecnologica e sapiente artigianalità vetraia, creano luci dallo stile intramontabile.

A fianco, Moai by Leucos: presentata in anteprima mondiale a Euroluce 2009 – e in contemporanea in 30 capitali mondiali collegate via web cam – la lampada, che trae ispirazione dalle sculture polinesiane, brilla per eleganza e stile.

FOSCARINI
Metafora urbana di una possibile città Foscarini, dove la piazza centrale, agorà di dialogo sulla qualità della luce, è il fulcro di una visione dinamica che si apre a percorsi liberi di scoperta sui nuovi prodotti e collezioni”. Queste le intenzioni degli architetti Ico Migliore e Mara Servetto che hanno curato l’allestimento dello stand Foscarini.

Propositiva e creativa come sempre, l’azienda – che vanta una continua e costante crescita sviluppata attraverso una rete di 2200 punti vendita tra negozi specializzati in luce e arredamento in oltre 50 paesi –  si presenta in fiera con un parterre pieno di novità: ben sette le nuove proposte che punteggiano il percorso di visita.

A partire dalla nuova versione dell’intramontabile Lumière, disegnata da Rodolfo Dordoni vent’anni fa e oggi riproposta nell’ultima versioneLumière XXL – con nuove dimensioni, nuove geometrie e nuovi accostamenti cromatici, fino a Wave, vero e proprio crossover dell’arredo moderno.
Non è, infatti, una sospensione, né una lampada da parete, né un binario tecnico, ma riunisce al contempo tutte queste funzioni.

VESOI
Dalla commercializzazione di vetri per illuminazione, Vesoi, a partire dagli anni ’80 ha diversificato la sua offerta proponendosi al mercato come produttore di apparecchi illuminotecnici.

A distanza di vent’anni, l’azienda si presenta, oggi, come una solida realtà all’interno del panorama di settore, progettando, producendo e distribuendo soluzioni per interni, grandi spazi, uffici e contract.

L’offerta, sempre di gusto contemporaneo, si caratterizza per la ricerca senza compromessi dei quattro punti della qualità nell’illuminazione: meccanica, elettrica, estetica e fotometrica.

Nascono così oggetti di valore, in cui il gusto del passato viene attualizzato con giochi di proporzioni, materiali e colori.

Numerose le proposte esposte a Euroluce 2009, la lampada da sospensione Fonte, o Lumone, lampada da tavolo dalle sobrie pulite linee scolpite.

LIRIO BY PHILIPS
Saranno disponibili a partire dalla seconda metà del 2009 le novità lanciate con il marchio Lirio da Philips.
40 nuovi prodotti, tutti conformi – se non addirittura superiori – alla nuova direttiva EuP relativa alla creazione di un quadro sull’ecodesign delle apparecchiature utilizzanti energia.

Risultato dell’acquisizione della Partners in Lighting International conclusa da Philips nel 2006 – grazie alla quale il colosso olandese ha ulteriormente consolidato la propria posizione di leadership nell’illuminazione – Lirio by Philips offre una collezione completa ideata da giovani designer belgi emergenti, dalle decise forme senza tempo, materiali e finiture di alta qualità e da un lusso discretamente moderno.

Tra le numerose proposte il sistema Wika, serie di lampade formate da cilindri luminosi in coppie o a terzetti.
La famiglia, nelle declinazioni a sospensione, da parete e da tavolo, utilizza fonti alogene a basso consumo di ultima generazione (Philips EcoHalo), in grado di ridurre il consumo del 33%.

Per maggiori informazioni sulla gamma completa, è disponibile il sito rinnovato: www.lirio-light.com

LUMEN CENTER ITALIA

Luce
, progetti, innovazione, creatività: questo il pulito mix che  – senza prepotenti imposizioni – viene percepito in ogni singola soluzione proposta da Lumen Center Italia.

L’azienda – di origine francese ma trasferita a Milano nel 1987 e, tre anni più tardi, acquisita da Villa Tosca Design Management – in tre decadi si è conquistata una forte identità nel settore dell’illuminazione d’interni.

Si propone in questa edizione 2009 di Euroluce con uno spazio-museo in cui ogni oggetto esposto ha una propria ragione d’essere: soluzioni inedite, create appositamente per l’occasione che fanno da supporto scenografico ai nuovi pezzi della collezione.

Nove le novità presentate: soluzioni di illuminazione che esprimono al meglio il dna dell’azienda, che concepisce il prodotto come un oggetto armonico e originale.

Né è esempio Long Leaves, sistema modulare a plafone, sospensione e parete. Tanto flessibile quanto esteticamente impeccabile, Long Leaves consente di illuminare grandi spazi che necessitano di elementi decorativi distintivi e moderni.

SLAMP
Come danzatori fluttuanti nell’aria, così le proposte Slamps ondeggiano leggiadre nello spazio espositivo per loro progettato da Nigel Coates.

Stand importante per l’azienda romana che, per la prima volta, decide di mettere in scena un luogo ironico e teatrale in cui gli oggetti assurgono a protagonisti attivi, in movimento a suon di musica grazie a meccanismi teatrali che permettono loro di sollevarsi e abbassarsi in un melodioso minuetto visivo.

Luci di carattere, apportatrici di creatività, stile, individualità.

L’azienda si presenta quest’anno con una produzione rinnovata, arricchita e riorganizzata in quattro famiglie principali: The Beauties, The Easies, The Futures e The Totems, segmentate in base alla loro funzione d’uso e al loro linguaggio decorativo.

Ricche e sofisticate le prime, piccole e giocose le seconde; forme più astratte caratterizzano, invece, la terza famiglia (che include anche le novità Corona e Pacis), mentre de I totems fanno parte lampade da terra che divengono sculture luminose, come la principale novità Cactus, disponibile in quattro versioni, due delle quali in formato extralarge.

ITALAMPS
In un’isola in legno di 300 mq dai colori sobri e tenui – quasi a rimarcare l’attenzione nei confronti dell’ambiente alla base dell’etica aziendale – fanno bella mostra di sé le tre collezioni presentate da Italamps.

Naturalità, trasparenza, design, tradizione, eleganza, contemporaneità sono i comuni denominatori di tutte le soluzioni proposte.

La collezione Classica, rivisitazione di creazioni “storiche” che danno vita a oggetti unici e riconoscibili per stile, maestria artigiana e qualità; la Contemporanea, dove forme e materiali classici vengono reinterpretati in modo attuale secondo le ultime tendenze; Innovativa (Touchdesign), progetti innovativi destinati a settori inconsueti, elaborati avvalendosi della collaborazione di designer come Alessandro La Spada, Enzo Calabrese e Alberto Del Biondi.

Emblema della collezione è la novità Open, lampada disegnata per il settore nautico ma ideale anche per il Residenziale e il Contract, con apertura pneumatica di due ali laterali contenenti una sorgente luminosa a LED.

ALBUM

Sono luci per persone creative
, quelle proposte da Album, azienda milanese che da venti anni si propone con un’identità forte e delineata sul mercato italiano: portare la luce solo dove serve.

Filosofia aziendale da sempre votata al risparmio energetico, la mission di Album si discosta dall’agire comune: oggetti creativi, razionali e tecnologici, che permettono all’utilizzatore di disporre liberamente e scientemente della fonte luminosa secondo soggettivi gusti, desideri e reali necessità.

Nascono proposte ad alto contenuto di design, ma mai ridondanti nella loro funzione primaria di “oggetti di illuminazione”; sistemi – come Orbite e Radiale – in grado di indirizzare la fonte di luce in qualsiasi punto si desideri e dove effettivamente occorre, conservando la massima sicurezza (entrambe le installazioni sono a bassissima tensione – soli 12 Volt-).

Singoli corpi illuminanti che, semplicemente agganciati agli elementi portanti del sistema, possono essere cambiati liberamente di posizione, illuminando gli spazi più difficili e irregolari, dipingere paesaggi luminosi ed emozionali in bellezza e varietà.

Potrebbe interessarti:

    None Found

Questo articolo è stato pubblicato in News, NULL. Aggiungi il permalink ai preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>