Luce per la Basilica di Santa Maria Maggiore

Proiettori Castaldi Lighting in una delle basiliche più importanti di Roma

Sono stati scelti proiettori di Castaldi Lighting per l’illuminazione della Basilica di Santa Maria Maggiore, a Roma. Il progetto di Lighting design è stato curato da Enel X.

Fra tutte le tecniche artistiche, il mosaico è forse quella in cui è più importante il connubio con la luce: i maestri del Medioevo disponevano le tessere non secondo una superficie piatta, ma sfasate una rispetto all’altra, proprio per magnificare i riflessi di luce. Meritavano dunque di risplendere della giusta luce i meravigliosi mosaici della basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, fra i più belli e famosi di tutti quelli che adornano la città eterna. E la giusta luce è quella del nuovo allestimento realizzato da Enel Sole, società di Enel X specializzata in illuminazione artistica e pubblica, con il sostegno della Fondazione Endesa.

Un’altra attenzione particolare è stata dedicata a riservare illuminazioni diverse per occasioni diverse: da un lato le liturgie quotidiane, dall’altro le messe papali più solenni celebrate appunto dall’altare papale, considerato che Santa Maria Maggiore è una delle quattro basiliche papali maggiori. La modernizzazione dell’illuminazione era necessaria innanzitutto dal punto di vista estetico: il vecchio allestimento non disponeva di ottiche dedicate agli elementi architettonici e artistici, non era regolabile e aveva in alcuni casi livelli di luce eccessiva. Il nuovo impianto, al contrario, garantisce una luce adeguata e regolabile e i proiettori sono collocati in modo da minimizzarne l’impatto visivo che finora era elevato.

Il risultato è stato ottenuto grazie ai proiettori BE P4, che racchiudono lo stato dell’arte in termine di avanzata tecnologia LED e resa cromatica dei colori in un corpo super compatto e poco invasivo. Grazie al modulo tecnologico Sled è possibile miscelare diverse ottiche nello stesso proiettore e risaltare così gli importanti mosaici posti all’interno della basilica. I driver DALI permettono infine il massimo controllo della luce e la creazione di diversi scenari.

“Ci sono tre motivi che fanno di questo luogo uno dei più speciali al mondo. È la più importante chiesa al mondo dedicata alla Vergine Maria; è sotto la protezione della Corona spagnola dai tempi di Carlo I; il Santo Padre viene a pregare qui, solo lui, prima e dopo ogni viaggio. Perciò è un onore e un orgoglio per la Fondazione Endesa illuminare questa basilica” Borja Prado – Presidente di Endesa e della Fondazione Endesa.