L’ eco-sgabello fatto con alghe

Zostera-stool_Carolin-Pertsch_dezeen_1568_1Una collezione di sgabelli sostenibili realizzati con alghe.  Lo studio di una giovane designer tedesca, Carolin Pertsch che ha sfidato se stessa per la riuscita di questo progetto.

Zostera Stool nasce a partire dalle spiagge tedesche dove la pianta acquatica viene raccolta. Tonnellate di queste piante vengono buttate via ogni anno per mantenere le spiagge pulite per i turisti. Le alghe vengono pulite e ridotte a brandelli ed infine combinate con una bio-resina prodotta da oli vegetali.  Ne deriva un nuovo materiale: una sorta di eco-plastica rinforzata che viene poi modellata nelle sedute per gli sgabelli.

La gamma comprende tre sgabelli a quattro gambe, ognuo di una tonalità differente creata classificando l’erba in base al colore. I fili intrecciati delle alghe sono visibili nelle sedute degli sgabelli e, per certi versi, appaiono simili al sughero.

Accanto alla ricerca del materiale alla comodità e al design, lo scopo di questo prodotto è anche quello di far riflettere sullo spreco delle risorse da parte della società odierna. Bisogna quindi ripensare ai materiali utilizzati mettendo in luce tutte le risorse sprecate che potrebbero invece diventare oggetti ad uso quotidiano.

Carolin Pertsch afferma: “L’obbiettivo di questo esperimento, oltre a  creare un nuovo eco-materiale, è stato quello di aprire gli occhi della gente per pensare in modo nuovo e alternativo ai materiali del futuro. Non c’è modo migliore per presentare un nuovo materiale se non con un oggetto d’arredo che richiede l’interazione con le persone. Inoltre, grazie allo stile minimal del prodotto, l’attenzione si concentra sul nuovo eco-materiale.”

 

 

Visita il sito di Carolin Pertsch

Altre informazioni sullo sgabello anche a questo link

Potrebbe interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>