Porada International Design Award 2019: i vincitori

Ecco i vincitori del concorso promosso da PORADA ARREDI srl e POLI.design con il patrocinio di ADI

Venerdì 6 dicembre, nella suggestiva cornice di Villa del Grumello, a Como, la giuria del PORADA INTERNATIONAL DESIGN AWARD 2019 ha selezionato i vincitori del concorso promosso da Porada Arredi srl, azienda comasca leader nel settore della produzione di complementi per l’arredo, e POLI.design, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Sei i vincitori – tre nella categoria Professionisti e tre in quella Studenti – che hanno saputo cogliere lo spirito del concorso proponendo dei progetti innovativi e originali sulle diverse soluzioni di credenze e madie, capaci di rappresentare i valori distintivi di un marchio protagonista del design italiano come Porada.
Il montepremi complessivo di 10.000 euro sarà quindi così ripartito:

Per la categoria PROFESSIONISTI:
1° premio: € 3.000: Apostolos Papadimitriou con “Hackford”
2° premio: € 2.000: Mattia Fornari con “Torii”
3° premio: € 1.000: Valentina Marinig con “Tarsia”

Per la categoria STUDENTI:
1° premio: € 2.000: Niccolò Devetag con “Frame”
2° premio: € 1.200: Bianca Maria Rodriguez e Arcangelo Primato con “Paperwood”
3° premio: € 800: Davide Bozzo con “Arcaica”

Sono tutti lavori di grande qualità, che si sono distinti tra i 316 progetti presentati alla commissione giudicatrice: 222 nella categoria professionisti e 94 nella categoria studenti. Numerose le adesioni dall’Italia, ma altrettanto positiva la risposta a livello internazionale: Brasile, Cile, Colombia, Egitto, Giappone, Giordania, Turchia, Tailandia, sono solo alcune delle nazioni coinvolte.

A vincere il concorso per la categoria Professionisti è stato Apostolos Papadimitriou con il progetto “Hackford”, scelto dalla giuria perché nato dalla ricerca di una nuova unità di intrattenimento, in grado di ospitare numerosi dispositivi che potrebbero accompagnare il televisore nel prossimo futuro, come TV service box, console di gioco, Hub, Apple TV e apparecchiature stereo.

Niccolò Devetag, studente del Corso di Laurea Magistrale in Design & Engineering, Politecnico di Milano, si è invece aggiudicato il premio della categoria Studenti con “Frame”. Il progetto, nato dall’idea di mantenere un elemento neutro, consiste in una cassettiera espositore per la zona notte o ambienti commerciali. Cercando di coniugare estetica, funzionalità e semplicità di produzione, la struttura è composta da pannelli lignei, che attraverso i giochi di luce, il contrasto fra superfici e geometrie diverse, esaltano il massello lavorato.

La giuria era formata da Bruno Allievi (Amministratore delegato Porada), Tiziano Allievi (Socio Porada), Roberto de Paolis (POLI.design), Charlotte Dunagan (Dunagan Diverio Design Group), James Liang (CEO, Juyan International Co. Ltd., Taiwan), David Nicholls (Deputy Editor, House & Garden Uk), Livia Peraldo (Direttore, Elle Decor Italia), Federico Pepe (Le Dictateur Studio) e Hicham Lahlou (International Designer & Interior Architect).

Nel valutare gli elaborati la giuria ha tenuto conto della loro originalità, del grado di innovazione e ricerca di nuove soluzioni progettuali riferite alla lavorazione tipica del legno massello, della sperimentazione sui materiali e le finiture superficiali, della capacità dei progetti di definire e anticipare scenari d’uso e concept innovativi nell’utilizzo del mobile in legno e del complemento d’arredo contemporaneo, con particolare riguardo alle determinazioni tipologiche, tecnologiche e morfologiche.