Pensiline fotovoltaiche modulari per lo studio all’aperto

Concorso di idee per architetti e ingegnieri con consegna entro il 5 novembre 2021

Edisu Piemonte ha lanciato un concorso di idee, rivolto ad architetti e ingegneri, per ideare il progetto di pensiline fotovoltaiche modulari assemblabili da destinare allo studio all’aperto degli studenti universitari.

Le nuove tecnologie a disposizione e la continua evoluzione del settore consentono la sperimentazione sia dal punto di vista funzionale che da quello estetico, così come quello energetico: l’obiettivo del concorso è quindi la creazione di una nuova micro architettura da integrare nelle aree urbane.

La nuova pensilina dovrà quindi rispettare i parametri di efficienza energetica ed essere replicabile nei più svariati contesti en plein air.

I progetti dovranno essere originali, dal forte carattere creativo, senza trascurare l’aspetto della fattibilità.

Caratteristica della pensilina

La dimensione in pianta di un singolo modulo dovrà essere compresa tra i 15 e i 24 mq e la struttura sarà progettata con piani e sedute. Le strutture modulari fotovoltaiche dovranno essere pensate per essere montate e utilizzate in sicurezza, senza ancoraggi al terreno.

Le pensiline dovranno essere montabili, smontabili, e adatte al riallestimento in vari contesti all’aperto.

Dovranno inoltre prevedere prese elettriche per l’alimentazione dei computer e di altri dispositivi, e sistemi oscuranti. La pavimentazione dovrà essere continua, senza barriere architettoniche, per garantire l’accessibilità.

Infine, il progetto delle pensiline modulari dovrà rispettare le norme tecniche sulla costruzione e dovrà essere conforme alle norme antincendio e di sicurezza. 

In casi particolari le pensiline fotovoltaiche potranno essere collegate alla rete elettrica esistente e non solo utilizzate come impianti stand alone.

Chi può partecipare

La partecipazione al concorso è aperta a ingegneri e architetti dell’Unione Europea, regolarmente iscritti agli Albi dei rispettivi Ordini Professionali o comunque ai relativi registri professionali nei paesi di appartenenza e per questo autorizzati all’esercizio della professione ed alla partecipazione a concorsi di progettazione architettonica alla data della partecipazione al concorso.

È possibile partecipare singolarmente o in gruppo.

Criteri di valutazione

I progetti saranno valutati con un punteggio seguendo i seguenti parametri:

  • qualità complessiva della proposta sia in relazione all’originalità sia alla soluzione architettonica proposta in funzione della disposizione dei piani e delle sedute [fino a 20 punti]
  • fattibilità tecnica-economica della proposta sia dal punto di vista costruttivo sia degli elementi impiantistici [fino a 20 punti]
  • aspetti innovativi dell’intervento dal punto di vista della sostenibilità ambientale dei materiali e dell’innovazione tecnologica (materiali, tecnologie, soluzioni funzionali [fino a 10 punti]
  • ottimizzazione dello spazio – postazione studio [fino a 10 punti]
  • ottimizzazione del peso della struttura valutata in kg/m2 al netto degli imballaggi per il trasporto [fino a 10 punti]
  • facilità di montaggio, smontaggio, imballaggio e spostamento [fino a 10 punti]
  • scelte progettuali per garantire la sicurezza contro i furti dei componenti impiantistici, dei piani e delle sedute [fino a 10 punti]
  • Inserimento di adeguati sistemi oscuranti fissi e/o mobili in grado di garantire l’utilizzo delle strutture in qualsiasi ora del giorno senza incorrere in problemi legati all’abbagliamento [fino a 10 punti]

Ulteriori informazioni e Bando: www.edisu.piemonte.it

Fonte articolo www.professionearchitetto.it

Potrebbe interessarti: