I nuovi uffici di Mailup Group

Un layout aperto e flessibile rispecchia i valori di un’azienda all’avanguardia

Mailup Group Office Design

Ciò che è opposto si concilia, dalle cose in contrasto nasce l’armonia più bella, e tutto si genera per via di contesa. (Eraclito)

Antitetici e complementari, reali e illusori. Quando sono questi i termini con cui è possibile descrivere un ambiente di lavoro, si ha subito l’impressione di trovarsi di fronte a un’azienda all’avanguardia e con un forte senso della propria identità.

Ed è ciò che è capitato dall’incontro fortunato con Mail Up Group per cui Progetto CMR e Progetto Design & Build hanno curato il design e la realizzazione della nuova sede di Milano.

La prima cosa che si coglie appena entrati nei nuovi spazi è il distacco da ciò che si può definire un luogo di lavoro tradizionale e classico. Mail Up Group è un’azienda giovane, che offre servizi digitali e di conseguenza, per la natura stessa del suo business, già proiettata verso dinamiche digitali, di smart working e di totale fiducia verso i propri dipendenti.

La nuova sede ha quindi il duplice e importante obiettivo di rappresentare il core value aziendale ma anche essere punto di riferimento fisico per le persone che in quel luogo lavorano, in quei valori si riconoscono e lì hanno il piacere di tornare.

Nella nuova sede MailUp Group, grafiche, colori, materiali particolari e arredi non convenzionali sono una presenza importante che caratterizza e rende unico l’intero layout.

Tutti questi elementi sono infatti studiati come fossero binomi antitetici ed elementi complementari che contribuiscono a creare un’atmosfera suggestiva, giocosa e illusoria.

Ciò diverte chi abita quotidianamente gli spazi ed emoziona chi vi entra per la prima volta.

La grafica è utilizzata in maniera acuta e ironica.

Elementi reali presenti nello spazio come lampade o piante sono riprodotte in un continuum di linee di colore che ne creano la duplice copia a parete.

Nell’area break, le stesse linee di colore disegnano la sagoma dell’eventuale persona presente alla macchinetta intenta a selezionare idealmente il suo caffè.

Grafiche optical e geometriche definiscono lo spazio ristoro.

Lungo i corridoi, la riproduzione del personaggio che si arrampica sui libri è ispirato agli illustratori italiani e vuole suggerirci che è sempre la cultura a elevarci e permetterci di guardare oltre.

Il messaggio grafico è sempre accompagnato dall’uso del colore presente in una studiata palette di toni complementari e vivaci.

L’illusione ironica presente lungo tutto il percorso si presenta anche in un dettaglio unico di questa sede: la parete di mattoni di vetro spezza la luce in modo illusorio e restituisce una sensazione di leggerezza, trasparenza e luminosità nonostante si tratti di un muro di mattoni pieno.

Numerosi sono gli spazi di supporto a indicare che lo spazio è stato progettato favorire l’interazione, la creatività e la generazione di idee innovative.

Qui, la presenza di particolari arredi da esterno e della moquette dai colori vegetali, così come la grande presenza di piante ed elementi verdi, ricrea quel gioco di apparenza antitetica e di continuum illusorio che porta “l’esterno all’interno”.

Forme organiche e materiali naturali caratterizzano in generale un ambiente accogliente e piacevole che incoraggia al movimento e alla cooperazione.

Le sale meeting sono informali e anche i pochi uffici chiusi destinati alla direzione sono prenotabili quando non utilizzati.

L’articolazione dello spazio fisico aperto e flessibile rispecchia la mancanza di gerarchie e la fiducia che l’azienda ripone nei propri collaboratori, nel lavoro di squadra e nella condivisione della conoscenza.