Edge, la non-scrivania

Libeskind disegna una nuova scrivania per Turri

Dalla nuova collaborazione con Daniel Libeskind è nato un pezzo unico che è diventato il simbolo concreto della evidente svolta nel percorso creativo  e produttivo di Turri.

Un cambiamento profondo che non smentisce la lunga storia  di eccellenza italiana cominciata nel 1925 e che ora prende nuove direzioni. Edge, rappresenta per Turri la concretizzazione di un cambiamento che dal 2019 sta coinvolgendo ogni aspetto dell’identità aziendale, avvicinandola sempre più a uno stile moderno e attuale.

Edge, ha sancito definitivamente l’inizio della “nuova Turri”, azienda che rimane fedele alla tradizione pur assumendo un atteggiamento molto più contemporaneo.

Lo stile di Edge si fa notare, il suo design infatti è  molto incisivo, come ogni prodotto nato dalla mano di Libeskind. Composta da più solidi irregolari, asimmetrici e accostati, questa insolita scrivania si presenta come un complemento da centro stanza utilizzabile su più lati. Gli elementi che la compongono sono collegati tra loro da una sottile struttura metallica, che non si nota al primo sguardo, ma si svela solo alla vista “in pianta”: il risultato è un oggetto imponente e dal carattere deciso, un design che genera un’alternanza di spazi pieni e vuoti.

Rimane inconfondibile anche la firma di Turri, simbolo dell’alta artigianalità italiana, qui manifesta nella cura per i dettagli e nella grande padronanza della lavorazione dei materiali. Tutto è studiato per lasciare inalterate la geometricità e la pulizia formale dei suoi “moduli”, così come quella dei suoi i cassetti che una volta aperti, scompaiono completamente nella struttura.