Design e sostenibilità. Come trasformare i rifiuti in arredi.

Fontanot presenta Zero Waste, la prima guida per trasformare i rifiuti in oggetti d’arredo.

Risultato di una competizione tra studenti spagnoli delle principali scuole di architettura e decorazione, il progetto dimostra come anche delle casse di legno possono diventare originali pezzi di design.

Fontanot, punto di riferimento nel settore delle scale di design con grande successo nel mercato italiano e internazionale, lancia Fontanot Zero Waste, la prima guida per convertire le sue casse di imballaggio in legno in originali oggetti di design. Una panchina in cui parcheggiare la bicicletta, una scarpiera in cui sedersi e riporre scarpe, un tavolo regolabile o un giardino urbano, il legno si conferma la materia viva per eccellenza capace di reinventarsi.

Tutti questi progetti sono il frutto del lavoro di decine di studenti e giovani talenti delle principali università e scuole di design spagnole e sud americane. Tutti hanno partecipato allo Zero Waste Fontanot® Award che era proprio dedicato alla promozione del design responsabile e al riutilizzo dei materiali.

Come ogni concorso ha avuto il suo progetto vincitore. Si tratta di Mesa Funcional (tavolo funzionale), realizzato da Matías Schumacher. Si tratta un tavolo funzionale e regolabile progettato per gli spazi interni e che può essere utilizzato anche come tavolo fai-da-te. La giuria ha particolarmente apprezzato la qualità concettuale e tecnica del progetto, la sua creatività, l’innovazione e l’uso esauriente del materiale che propone.  Gli altri finalisti del concorso sono stati il ​​progetto Be Ecool, composto da una panchina multifunzionale che consente di sedersi e riposare, parcheggiare la bici e riporre oggetti diversi; Fienile, una casetta da giardino in legno creata per bambini e cani da giocare e un calzolaio in cui sedersi e riporre scarpe o altri oggetti.  Il vincitore del concorso riceverà anche un premio economico di € 1.000 e, insieme ai due finalisti, si recherà nella sede di Fontanot a Rimini per conoscere le strutture e il processo di produzione dell’azienda.

Con questa iniziativa, Fontanot conferma il proprio impegno nella progettazione ecologica per ridurre al minimo la produzione di rifiuti e incoraggiare l’adesione al movimento DIY (Do It Yourself). Tutti questi mobili possono essere ricavati dal legno della scatola di imballaggio e chiunque abbia una conoscenza base del fai-da-te può farli facilmente. Fontanot ha pubblicato una guida descrittiva con i mobili più originali che spiega in modo molto grafico e semplice i passi da seguire per il suo assemblaggio. Questa tendenza al rialzo, incentrata sul ‘Fai da te’, promuove la produzione, la riparazione o il riutilizzo personalizzato di oggetti e mobili.

 

Dal cassa in legno ai mobili funzionali

Fontanot invia tutti i kit per le scale e le ringhiere in scatole di legno per garantire che il prodotto arrivi in ​​perfette condizioni. Ogni anno l’azienda invia centinaia di scale il che equivale a moltissime casse 113 x 95 x 58 centimetri di compensato e abete rosso. La nuova iniziativa di Fontanot mira a favorire che tutto questo materiale di prima qualità, che fino ad oggi veniva considerato come un rifiuto, venga riciclato e riutilizzato. In questo modo, non solo si riduce l’impatto della produzione sull’ambiente, ma si promuovono anche risparmi economici.